Riscaldamento globale: perché occorre prendersi cura del pianeta

Un team di ricerca internazionale, composto da ricercatori di 17 nazionalità diverse, ha stimato che l’aumento del riscaldamento globale potrebbe essere due volte maggiore di quanto prospettato finora.

Riscaldamento globale. Molti ci credono, altri lo reputano un problema minore, mentre alcuni sembrano non curarsene. C’è chi, addirittura, lo considera una bufala. E tutti con motivazioni diverse, che vanno dalla semplice ignoranza alla diffidenza, fino a interessi puramente economici. Ma il problema sta diventando via via più grave e la soluzione sempre meno procrastinabile. Un team intercontinentale ha analizzato dati di epoche geologiche differenti, allertando la comunità internazionale sull’urgente necessità di politiche attive e mirate al problema.

La ricerca

La ricerca, pubblicata su Nature Geoscience, ha raccolto dati provenienti da tre diverse epoche di riscaldamento globale negli ultimi 3,5 milioni di anni. Periodi in cui il mondo è stato fino a 2 gradi più caldo rispetto al periodo preindustriale del 19° secolo. In particolare, l’ultimo di questi tre periodi diversi, il medio Pliocene (circa 3 milioni di anni fa), presentava condizioni simili a quelle in cui la terra versa attualmente, con pressoché uguali concentrazioni di diossido di carbonio nell’atmosfera. La differenza rispetto ad adesso?

riscaldamento globale

La differenza è fondamentale: il pianeta si sta riscaldando a ritmi molto più veloci rispetto ai periodi presi in esame. Questo, naturalmente, a causa delle enormi emissioni di carbonio nell’atmosfera. Una quantità tale, infatti, che se anche smettessero oggi, avrebbero già causato uno squilibrio tale nelle condizioni del pianeta, che ci vorrebbero millenni affinché possa essere nuovamente raggiunta una condizione di equilibrio. Eppure, spesso la questione viene sottovalutata, almeno su un punto principale. Quale? Senza ombra di dubbio, le conseguenze che seguirebbero questo repentino riscaldamento.

Gli impatti di un riscaldamento globale di anche soli due gradi sarebbero devastanti, avvertono i ricercatori:

Con due soli gradi di riscaldamento – e potenzialmente anche con 1,5 – gli impatti significativi sul “sistema Terra” sarebbero profondi. Ci possiamo aspettare che l’aumento del livello del mare divenga inarrestabile per millenni, andando a colpire molta della popolazione mondiale, delle infrastrutture e delle attività

Una ricerca che ha l’obiettivo di chiamare all’azione coloro i quali hanno responsabilità dirette. Di risvegliare le coscienze, invitando i governi e i sistemi economici a prendersi cura del problema, condividendo le risorse a disposizione. E quindi, il compito più importante che l’umanità ha per i prossimi secoli è rappresentato dal tentativo di riequilibrare una situazione che sembra, ad oggi, irrimediabile.


Riferimenti:

Hubertus Fischer, Katrin J. Meissner, Alan C. Mix, Nerilie J. Abram, Jacqueline Austermann, Victor Brovkin, Emilie Capron, Daniele Colombaroli, Anne-Laure Daniau, Kelsey A. Dyez, Thomas Felis, Sarah A. Finkelstein, Samuel L. Jaccard, Erin L. McClymont, Alessio Rovere, Johannes Sutter, Eric W. Wolff, Stéphane Affolter, Pepijn Bakker, Juan Antonio Ballesteros-Cánovas, Carlo Barbante, Thibaut Caley, Anders E. Carlson, Olga Churakova, Giuseppe Cortese, Brian F. Cumming, Basil A. S. Davis, Anne de Vernal, Julien Emile-Geay, Sherilyn C. Fritz, Paul Gierz, Julia Gottschalk, Max D. Holloway, Fortunat Joos, Michal Kucera, Marie-France Loutre, Daniel J. Lunt, Katarzyna Marcisz, Jennifer R. Marlon, Philippe Martinez, Valerie Masson-Delmotte, Christoph Nehrbass-Ahles, Bette L. Otto-Bliesner, Christoph C. Raible, Bjørg Risebrobakken, María F. Sánchez Goñi, Jennifer Saleem Arrigo, Michael Sarnthein, Jesper Sjolte, Thomas F. Stocker, Patricio A. Velasquez Alvárez, Willy Tinner, Paul J. Valdes, Hendrik Vogel, Heinz Wanner, Qing Yan, Zicheng Yu, Martin Ziegler, Liping Zhou. Palaeoclimate constraints on the impact of 2 °C anthropogenic warming and beyondNature Geoscience, 2018; 11 (7): 474 DOI: 10.1038/s41561-018-0146-0

Fonte:

University of New South Wales. “Global warming may be twice what climate models predict: Past warming events suggest climate models fail to capture true warming under business-as-usual scenarios.” ScienceDaily. ScienceDaily, 5 July 2018.
www.sciencedaily.com/releases/2018/07/180705110027.htm