Caffè

Bere caffè per vivere più a lungo: caffè e mitocondri

Caffè

Per vivere più a lungo non basta essere felici o mangiare bene ma c’è bisogno di una buona dose di caffè. Nuove ricerche fanno luce sull’azione diretta della caffeina sui mitocondri.

C’era un tempo in cui pensavamo che bere caffè non fosse poi una cosa tanto sana, che stesse al limite del dannoso. Quante volte ci siamo sentiti dire che ne stiamo bevendo troppi, che il nostro cuore, la nostra salute, sicuramente ne risentirà? Eppure, le cose non starebbero proprio così. Perché?

Perché secondo una ricerca pubblicata il 21 giugno sulla rivista PLOS Biology a firma Judith Haendeler and Joachim Altschmied (Heinrich-Heine-University, Düsseldorf), il consumo di quattro tazze di caffè al giorno porterebbe notevoli benefici al nostro organismo. Benefici che potrebbero essere rilevanti a livello fisiologico.

Caffè

Caffè e mitocondri

I due ricercatori hanno dimostrato che la caffeina agisce su una particolare proteina (p27) presente nei mitocondri delle cellule del cuore, favorendo la migrazione delle cellule endoteliali, che proteggono le cellule del muscolo cardiaco dalla morte. La caffeina, inoltre, agisce inducendo la produzione di cellule contenenti fibre contrattili (indispensabili nella riparazione successiva a infarti).

Secondo la dr.ssa Haendeler «questi risultati indicano una nuova modalità d’azione della caffeina, che promuove la protezione e la riparazione del muscolo cardiaco attraverso l’azione della proteina mitocondriale p27». Non solo: a detta dei ricercatori, la scoperta implica la possibilità di dover considerare come positiva «l’introduzione del consumo di caffè o caffeina come un fattore dietetico nella popolazione più anziana».


Riferimenti

Niloofar Ale-Agha, Christine Goy, Philipp Jakobs, Ioakim Spyridopoulos, Stefanie Gonnissen, Nadine Dyballa-Rukes, Karin Aufenvenne, Florian von Ameln, Mark Zurek, Tim Spannbrucker, Olaf Eckermann, Sascha Jakob, Simone Gorressen, Marcel Abrams, Maria Grandoch, Jens W. Fischer, Karl Köhrer, René Deenen, Klaus Unfried, Joachim Altschmied, Judith Haendeler. CDKN1B/p27 is localized in mitochondria and improves respiration-dependent processes in the cardiovascular system—New mode of action for caffeine. PLOS Biology, 2018; 16 (6): e2004408 DOI: 10.1371/journal.pbio.2004408

Sciencedaily